Il fantasma

  
Sono il fantasma di Rocca Rotonda 
e vengo fuori a notte fonda 
onda, onda, onda a notte fonda. 
Sui vetri picchio, nei muri batto, 
in terra striscio e faccio il matto 
atto atto atto io faccio il matto. 
La viscontessa, ah mamma mia, 
coi bigodini scappa via 
ia ia ia scappa via. 
Il visconte scappa lesto 
con le mutande dentro a un cesto 
esto esto esto dentro a un cesto. 
Il viscontino che arriva qui 
dalla paura fa la pipì 
pipipipipippì fa la pipì.


SHARE