Home » » Dove Guardare le stelle a San Lorenzo

Dove Guardare le stelle a San Lorenzo



Manuale per il cacciatore di stelle
E' consigliato di allontanarsi il più possibile dalle città e prediligere la montagna, le spiagge buie o i prati isolati, dove la luce artificiale sia meno presente. Portatare una coperta o una sedia sdraio e i vostri occhi. Sì perché in questo caso binocoli e telescopi non servono proprio a nulla. Il consiglio è di aspettare dopo la mezzanotte e individuare la Costellazione di Perseo che troverete facilmente giardando verso nord-est. Come si fa? Cercate la Stella Polare, appena sotto noterete una doppia W di stelle: è Cassiopea. Sotto di lei si trova Perseo. Gli sciami luminosi si muoveranno quasi tutti da questo radiante verso nord, sud e ovest. Esprimete pure tutti i desideri che volete, ma tenete qualcuno per novembre quanto a metà mese passano le Leonidi. Pochi lo sanno, ma sono ancora di più e ancora più luminose.
I luoghi per guardare le stelle...
 In tutta Italia si festeggia questo evento “stellare” con brindisi, concerti ed eventi più o meno romantici…se c’è il pretesto di festeggiare perché negarselo?

Calici di stelle
Una delle iniziative più famose legata alla notte di san lorenzo è “Calici di stelle”, ovvero la degustazione di vino di qualità promossa dal Movimento Turismo del Vino.
Il weekend del 10 agosto in tantissimi centri storici e piazze d’italia si potranno assaggiare vini eccellenti contornati da prodotti tipici con il magico accompagnamento di concerti jazz, cortei storici, spettacoli di artisti di strada e tanto altro… Il dettaglio di tutte le località e il programma completo lo trovate sul sito ufficiale.

Notte di San Lorenzo al Monastero di Torba, Gornate Olona (Varese)

Se quello che vi interessa è un’atmosfera suggestiva illuminata soltanto dalle stelle scegliete l’evento del FAI che celebra la notte di san lorenzo in un monastero sulle note dei Pink Floyd…Volendo si può anche cenare nel chiostro e godersi lo spettacolo da lì.


Notte di San Lorenzo a Cervia
Grande festa nella località della Riviera romagnola che per l’occasione si riempie di folla, musica, bande popolari, mercatini d’artigianato e ovviamente specialità gastronomiche per le strade della città!


Per un approccio più scientifico prenotate una visita al planetario di Roma dove si tengono due spettacoli alle 21:00 e alle 22:30 per scoprire i misteri delle stelle cadenti.


Altro punto d’osservazione davvero strategico per la sua posizione geografica è Perinaldo, paesino ligure a due passi da Sanremo. Soprannominato anche “Poggio delle stelle” per la sua tradizione astronomica ha un osservatorio davvero meraviglioso che in occasione del 10 agosto propone una serata speciale per condividere lo spettacolo delle stelle cadenti.

Osservatorio di Sormano, Como

«Le stelle cadenti non sono altro che piccole particelle della dimensione di un granello disabbia sparate alla velocità di qualche decina di chilometro al secondo, che a contatto con l'atmosfera terrestre di incendiano creando la famosa scia. Sono composte di minerali e ghiaccio con gli stessi elementi chimici presenti sulla Terra, ma con cristalli dalle forme inusuali e sconosciute sul nostro pianeta. Se vorrete a trovarci il 10 agosto all'Osservatorio Astronomico Sormano, poco lontano da Como, vi mostreremo alcuni frammenti di meteorite e come appaiono ad occhio nudo e al microscopio. Saranno anche gli ultimi giorni dell'anno per ammirare Saturno con i suoi famosi anelli».

A cena con Copernico
Il nome dell'evento è già un programma: Sogni, Desideri e Filtri d'Amore sotto le Stelle. Di cosa si tratta? Di una cena in costume ospitata nel nel Castello di Gropparello in provincia di Piacenza. Si parte alle ore 20:30 con una serie di portate preparate per l'occasione dalla chef Amelia dell'Amorosa della Taverna Medievale. A tavola con voi, apparecchiata nel giardino degli ulivi, mentre coppieri medievali prepareranno filtri d'amore e gaudenti oste vi seriranno vino e pietanze, si animeranno intense discussioni sul mondo delle stelle e degli astri. Tra questi non mancherà la voce Nikolaus Koppernighk, detto Nicola Copernico, che vi illustrerà le sue teorie (per allora) rivoluzionarie 

Ultimissime ore per potersi prenotare alla serata Meteore e desideri, le lacrime di S. Lorenzo che si tiene il 10 agosto all'interno diParco di Pratolino, il giardino della bellissima Villa Demidoff poco fuoriFirenze. Fa parte di una serie di serate organizzate dalla Provincia di Firenze che grazie al suo Laboratorio Didattico Ambientale, offre l’opportunità di familiarizzare con la volta celeste e con una delle più belle dimore storiche della zona. In menù un incontro con astronomi ed esperti del fenomeno che vi spiegheranno tutto quello che c'è da sapere sulle stelle cadenti.

Concerto in terrazza
Anche se per vedere le stelle cadenti non occorre altro che un paio di occhi, potrebbe essere interessante approfondire l'argomento "celeste" con l'ausilio di qualche strumento. È quello che succede al Museo delle Scienze di Trento che questa estate ha inaugurato un nuovo grande telescopio da 80 cm di diametro per le osservazioni scientifiche del suo osservatorio astronomico. Da quella che viene chiamata Terrazza delle Stelle, a Conca delle Viote sul Monte Bondone, è oggi possibile vedere pianeti, nebulose, stelle doppie e colorate, ma anche la superficie del sole. Appuntamento il 10 agosto (ma anche l'11 e il 12) con lo Speciale Notte delle Stelle Cadenti. In programma anche un concerto a cura del Conservatorio Bonporti.

Dove andare nel mondo?
Facile, basta cercare i Dark Sky Parks, luoghi dove l'inquinamento luminoso sia poco presente o addirittura assente, tanto da permettere la quasi totale e perfetta osservazione delle stelle. È una condizione talmente rara e fortunata che c'è chi ha pensato di creare una International Dark Sky Association. Scopriamo così che ci sono al mondo veri e propri parchi e riserve in cui la mancanza di luce artificiale viene perseguita e tutelata. Vi piacerebbe sapere dove? Non mancano ovviamente gli spazi sterminati degli Usa, del Canada, dell'Australia e del Cile. Ma ci sono anche la Scozia con Galloway Forest Park e l'Ungheria con Zselic National Landscape Protection Area. 


SHARE